Pages Navigation Menu

Il giornalismo al servizio del pubblico interesse

Washington State: centinaia di coppie gay dicono “sì”

Centinaia di coppie dello stesso sesso hanno realizzato domenica nello Stato di Washington il loro sogno di sposarsi

Centinaia di coppie gay hanno pronunciato domenica il loro “sì” nello Stato di Washington. Per questo Stato Nord-occidentale si è trattato della prima volta, grazie all’entrata in vigore, ad un mese dal referendum sul matrimonio tra gay, che lo Stato di Washington ha approvato il 6 novembre scorso in occasione dell’elezione del presidente degli Stati Uniti.

Secondo il quotidiano Seattle Times, sarebbero oltre 800 le coppie che hanno presentato richiesta da giovedì scorso, il giorno di entrata in vigore della legalizzazione del matrimonio tra gay, ma la legge prevede un periodo minimo di tre giorni dall’autorizzazione allo svolgimento della cerimonia.

Oltre allo Stato di Washington, anche il Maine e il Maryland hanno approvato il 6 novembre il referendum per consentire il matrimonio tra persone dello stesso sesso, che era già riconosciuto da sei Stati americani: Connecticut, Iowa, Massachusetts, New Hampshire, New York oltre al Distretto di Columbia Washington DC.

Ma sulla questione dei matrimoni gay, ancora vietata a livello federale, si attende ancora il pronunciamento definitivo della Corte Suprema degli Stati Uniti. I nove giudici si riuniranno a marzo per ascoltare le diverse tesi su questa delicata questione, prima di prendere una decisione definitiva che probabilmente arriverà entro il mese di giugno 2013.

Rispondi