Pages Navigation Menu

Il giornalismo al servizio del pubblico interesse

Vaticano: governo collegiale

cardinali

Papa Francesco sceglie 8 cardinali da tutti i continenti per formare il gruppo che lo supporterà nella riforma della Chiesa

Otto cardinali provenienti da tutti i continenti sono stati nominati da Papa Francesco a far parte di un gruppo che lo supporterà nel governo della Chiesa e prenderà in considerazione un progetto di riforma della Curia.

Eletto esattamente un mese fa, la scelta dell’ex cardinale argentino Jorge Bergoglio è apparsa subito dirompente, una grande personalità in grado di riformare il governo della Chiesa offuscata dagli ultimi scandali che avevano scosso la Santa Sede durante il pontificato di Benedetto XVI, in seguito alle rivelazioni sugli scandali legati alla pedofilia e al caso Vatileaks, scatenato da fughe di documenti riservati oltre ad una valanga di rivelazioni su presunti o reali scandali finanziari.

Con l’annuncio odierno, contenuto in una breve dichiarazione del Segretario di Stato, il nuovo Papa ha quindi lanciato la riforma della Chiesa, non solo più misericordiosa, povera e missionaria, ma ora anche più collegiale.

Tra gli otto cardinali nominati ci sono due europei, due latinoamericani, un nordamericano, un asiatico, un africano e un australiano. Tra gli europei figurano il cardinale italiano Giuseppe Bertello, attuale presidente del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano e il cardinale tedesco Reinhard Marx, Arcivescovo di München und Freising, mentre i due cardinali sudamericani sono Francisco Javier Errázuriz Ossa, Arcivescovo emerito di Santiago del Cile e Oscar Andrés Rodríguez Maradiaga, Arcivescovo di Tegucigalpa (Honduras).
Gli altri quattro cardinali sono Oswald Gracias, Arcivescovo di Bombay (India), Laurent Monsengwo Pasinya, Arcivescovo di Kinshasa (Repubblica Democratica del Congo), Sean Patrick O’Malley, Arcivescovo di Boston (U.S.A.), George Pell, Arcivescovo di Sydney (Australia), mentre il Vescovo di Albano, Monsignor Marcello Semeraro, svolgerà la funzione di segretario.

La prima riunione collettiva è stata fissata per i giorni 1 – 3 ottobre 2013 ma Papa Francesco è sin d’ora in contatto con i Cardinali che lavoreranno sulla revisione della Costituzione Apostolica Pastor Bonus e sulla Curia Romana.

Rispondi