Pages Navigation Menu

Il giornalismo al servizio del pubblico interesse

Troppi figli: multato il regista Zhang Yimou

ZAHNGYIMOU

Il celebre cineasta cinese dovrà pagare una multa di circa 900mila euro per aver violato le regole di pianificazione familiare

L’importo della multa è decisamente elevato, ben 7,48 milioni di yuan (circa 900mila euro) ed è stato calcolato tenendo conto del reddito del celebre regista cinese Zhang Yimou.

Il regista di “Lanterne rosse” e “La foresta dei Pugnali Volanti” aveva riconosciuto a dicembre dello scorso anno di aver avuto dalla sua attuale moglie due figli maschi e una femmina, ammettendo quindi di aver violato la politica del figlio unico.

Il celebre cineasta, che aveva già avuto una figlia dalla sua prima moglie, si è invano difeso invocando il rispetto della “tradizione” che vede i bambini come garanzia di prosperità per la famiglia.

Le autorità di Binghu, la città di residenza della moglie di Zhang, hanno confermato oggi di aver condannato il regista e sua moglie per aver “violato le regole di pianificazione familiare dando alla luce tre figli“.

Le indagini sulla coppia hanno coinvolto ben nove squadre di investigatori e sono durate oltre sei mesi. Pechino ha approvato alla fine del 2013 un cambiamento significativo delle controverse regole sulla pianificazione familiare, aprendo la possibilità alle coppie di cui almeno un membro è figlio unico, di avere la facoltà di concepire fino a due figli.

La sentenza sembra quindi voler rinnovare il monito al rispetto delle leggi sulla politica demografica, colpendo un personaggio di grande fama. In precedenza additato e con diversi film vietati dalla censura, il 62enne Zhang Yimou è stato poi annoverato tra i sostenitori del regime cinese, che lo ha infatti incaricato di progettare la cerimonia d’apertura delle Olimpiadi di Pechino nel 2008.

Rispondi