Pages Navigation Menu

Il giornalismo al servizio del pubblico interesse

Siria: ora i ribelli abbattono anche veivoli

Oggi per la prima oggi volta i ribelli hanno usato i missili terra-area che sarebbero finiti nelle loro mani quando hanno conquistato la base aerea a nord di Aleppo. Abbattuto un elicottero e un aereo

I ribelli avrebbero abbattuto per la prima volta con un missile terra-aria un elicottero siriano vicino Aleppo, la più grande città nel nord della Siria. L´elicottero sarebbe stato colpito questa mattina mentre bombardava l´area intorno alla base militare Sheikh Suleiman, a 25 km a nord ovest di Aleppo, conquistata dai ribelli che la difendono strenuamente per poi cercare di controllare il nord del paese. Un video postato su YouTube mostra un elicottero in volo prima dell´impatto con il missile, poi lo si vede bruciare al suolo. Nel pomeriggio si è diffusa una notiza ancora non confermata che segnala anche l’abbattimente del primo aereo. Catturato il pilota che si sarebbe salvato. Se realmente le notizie venissero confermate e i ribelli fossero dotati di questi missili la supremazia aerea dell´esercito siriano potrebbe essere compromessa e potrebbero rapidamente cambiare le sorti del conflitto. Uno dei leader militari della ribellione, il generale Ahmad FAJ, ha dichiarato che i ribelli erano entrati in possesso di missili terra-aria proprio grazie alla conquista della base 46, una delle ultime roccaforti dell´esercito regolare nel nord-ovest della Siria, un presidio a 12 chilometri da Aleppo dove i ribelli hanno messo le mani su una grande quantità di armi, una dozzina di carri armati, mortai pesanti, lanciagranate, razzi e cannoni.

Ieri pomeriggio, i villaggi e le posizioni ribelli intorno alla base di Sheikh Suleiman sono infatti stati ogetto di un pesante bombardamento aereo. Malgrado questo i ribelli hanno affermato di aver conquistato anche il villaggio di al-Mintar, nei pressi di al-Sfire, a 15 km a sud est di Aleppo. L´esercito regolare è fortemente impegnato anche nel tentativo di espellere i ribelli dalla periferia di Damasco.

Rispondi