Pages Navigation Menu

Il giornalismo al servizio del pubblico interesse

Luna, mistero risolto?

La Luna è nata circa 4,5 miliardi di anni fa dallo scontro apocalittico della Terra con un altro corpo celeste. Gli effetti di questi detriti, uno dei quali delle dimensioni di Manhattan e quindi non di un’altro asteroide, avrebbero portato all’estinzione dei dinosauri. Gli elementi di prova a conferma di questa teoria sarebbero emersi dalla scoperta nelle rocce lunari di un eccesso di “zinco pesante”.

Gli scienziati sono alla ricerca di questa prova sin dalle prime missioni lunari Apollo degli anni ’70, ma solo ora il team della Washington University di Saint Louis ha trovato gli elementi che confermano definitivamente la “teoria dell’impatto gigante”.

La collisione della Terra con il corpo celeste avrebbe rilasciato così tanta energia che Theia (dal nome mitologico della madre della Luna) si è praticamente sciolta, evaporata. La gran parte del corpo di Theia si sarebbe pian piano associata con la Terra, mentre una parte della nuvola di roccia vaporizzata si sarebbe man mano solidificata andando a formare la Luna.

L’ipotesi dell’impatto gigante era da tempo considerata come la più plausibile. Questa teoria è risultata infatti compatibile sia con le simulazioni al computer sia con il fatto che i campioni lunari sono molto poveri di elementi volatili (che evaporano facilmente), come sodio, potassio, zinco e piombo, una considerazione che porta inevitabilmente a queste conclusioni. Ma come ha detto il direttore della ricerca, Frederic Moynier, “Questo lavoro ha anche notevoli implicazioni sull’evoluzione della natura sulla Terra, che ora appare strettamente legata all’origine della Luna”. Senza l’influenza stabilizzante della Luna sull’orbita del nostro pianeta, la Terra sarebbe infatti davvero molto diversa e meno favorevole allo sviluppo dell’umanità. Girerebbe su se stessa molto più velocemente, le giornate sarebbero molto più brevi e decisamente più imponente sarebbe l’impatto del clima. Tutto questo spiegherebbe anche le enormi dimensioni dei dinosauri.L’impatto gigante sarebbe quindi il punto di svolta che dopo miliardi e miliardi di anni ha creato sulla terra le condizioni favorevoli per l’evoluzione della nostra specie. Una specie che ha impiegato milioni e milioni di anni per maturare ed arrivare al punto, che in un solo secolo, è passata dall’andare a cavallo a raccogliere le rocce lunari.

Rispondi