Pages Navigation Menu

Il giornalismo al servizio del pubblico interesse

Riconfermato il sindaco di Gerusalemme

NirBarkat

L’ex magnate delle nuove tecnologie, Nir Barkat è stato riconfermato sindaco di Gerusalemme con almeno il 51% dei suffragi nelle elezioni municipali che si sono svolte ieri in Israele. Il suo avversario Moshe Lion, sostenuto dalla estrema destra Avigdor Lieberman, si è fermato intorno al 45% dei voti.

La vittoria di Nir Barkat rappresenta un duro colpo per l’ex ministro degli esteri Lieberman, ora deciso oppositore del primo ministro Benjamin Netanyahu che esce invece rafforzato dal risultato delle urne.

Lieberman sperava infatti che la vittoria del suo uomo a Gerusalemme avrebbe dato respiro al suo progetto di competere direttamente contro Netanyahu in caso di assoluzione dal processo per corruzione che lo ha costretto alle dimissioni ed il cui verdetto è atteso per il prossimo mese di novembre.

Questa mattina, prima ancora dell’alba il 54enne Barkat ha ringraziato i suoi elettori per aver rinnovato il suo mandato: «per guidare per i prossimi cinque anni la città con la stessa visione». Nir Barkat, pur indossando l’etichetta di indipendente, durante il suo primo mandato aveva decisamente favorito la creazione di insediamenti ebraici a Gerusalemme Est sostenendo così la politica di Netanyahu.

Gerusalemme ha più di 750.000 abitanti, dei quali un terzo sono palestinesi che in massa hanno deciso di boicottare le elezioni comunali per protestare contro la presenza israeliana a Gerusalemme Est, che vogliono come capitale del loro futuro Stato.

Importante anche l’appuntamento elettorale a Tel Aviv, dove il 69enne sindaco uscente Ron Huldai viene dato quale prevedibile vincitore per un quarto mandato di fronte al pacifista Nitzan Horowitz, che qualora eletto, sarebbe il primo sindaco gay del Medio Oriente. Ma ieri sera, scrutinato più del 80% delle schede, Ron Huldai segnava un netto vantaggio, conquistando il 54% dei favori contro il 40% di Horowitz.

Rispondi