Pages Navigation Menu

Il giornalismo al servizio del pubblico interesse

L’inflazione rallenta e torna ai minimi dal 2009

inflazione

In ottobre l’inflazione ha rallentato ulteriormente raggiungendo lo 0,7% su base annua, tornando ai minimi del 2009. Secondo l’ISTAT rispetto al settembre del 2013, i prezzi sono scesi dello 0,3%. Dati in netto contrasto con le previsioni degli economisti che avevano previsto, al contrario, una accelerazione dell’inflazione nel mese di ottobre che veniva stimata su base annua all’1,3% e dello 0,4% in crescita sul mese precedente, questo soprattutto a causa dell’aumento dell’IVA passata lo scorso mese dal 21 al 22%.

Secondo l’ISTAT l’inflazione più moderata è dovuta principalmente agli effetti più volatili del settore energetico e degli alimentari freschi, infatti escludendo questi ultimi dal cosiddetto “carrello della spesa” l’aumento annuale dei prezzi è rimasto stabile allo 1,2%.

Il tasso di inflazione italiano è quindi in perfetta armonia con la media dell’eurozona che si attesta proprio allo 0,7%.
Dopo l’1,1% di settembre l’inflazione in Europa è scesa secondo Eurostat per il calo dei prezzi di alimentari, alcol e tabacco, passati dal 2,6% di settembre all’1,9% di ottobre, come d’altronde il costo dei servizi, scesi dall’1,4% all’1,2%, mentre sono rimasti stabili i beni industriali allo 0,4% mentre l’energia è passata da un -0,9% al -1,7%.

Rispondi