Pages Navigation Menu

Il giornalismo al servizio del pubblico interesse

Nove milioni di filippini in processione a piedi scalzi

nazarenonero

Le strade di Manila invase da milioni di pellegrini che hanno accompagnato il crocifisso in legno scuro del Nazareno portato nelle Filippine dagli spagnoli nel 1607

Secondo le autorità ecclesiastiche erano nove milioni, uno in più rispetto allo scorso anno. A piedi nudi come Gesù nell’arrampicata del Golgota, i pellegrini gravati dal calore hanno accompagnato la statua del crocifisso in legno scuro portata nelle Filippine nel 1607 dagli spagnoli, lungo i sei chilometri della processione che attraversa il cuore della capitale, tra il Rizal Park e la basilica del Nazareno nero nel quartiere di Quiapo.

Ogni anno decine di pellegrini restano feriti durante la processione e anche quest’occasione non fa eccezione; sarebbero infatti almeno 300 persone le persone che hanno avuto bisogno di soccorso medico.

L’arcivescovo di Manila, il cardinale Luis Antonio Tagle ha celebrato una Messa solenne prima della processione chiedendo ai pellegrini di pregare per le vittime del tifone Haiyan che ha devastato le isole centrali dell’arcipelago delle Filippine nello scorso mese di novembre causando 8mila tra morti e dispersi.

Eredità della colonizzazione spagnola, l’80% dei 100 milioni di filippini sono di religione cattolica, unico paese cattolico in Asia unitamente a Timor Est, nell’arcipelago è presente anche una minoranza musulmana, in particolare sull’isola di Mindanao dove combattono i separatisti islamici.

Rispondi