Pages Navigation Menu

Il giornalismo al servizio del pubblico interesse

Londra: mistero sulla morte dell’infermiera


 

Scotland Yard ha dichiarato che la morte di Jacintha Saldanha è inspiegabile. L’infermiera non è la protagonista dello scherzo che ha fatto il giro del mondo ma quella che ha risposto per prima ed ha passato la telefonata alla collega

 
«Potrei parlare per favore con la mia nipotina Kate?».  Inizia così, con il Dj Mel Greig che invecchia la sua voce imitando Charles, lo scherzo di una radio australiana che si è ora trasformato in tragico dramma. L’ospedale dove è stata ricoverata Kate, la moglie del principe William, ha infatti annunciato questo pomeriggio la tragica morte di una delle due infermiere vittime dello scherzo telefonico dei due conduttori della radio di Sidney 2Day FM, che imitando la voce della regina e di suo figlio Carlo avevano ottenuto informazioni, per altro banalissime, sullo stato di salute dell’illustre paziente.  La prima cosa da chiarire in questa vicenda è che la ragazza morta non è la decisamente ingenua protagonista dello scherzo, che aveva fatto il giro del mondo grazie anche al fatto che il contenuto della telefonata era tutta all’insegna dell’umorismo, un surreale dialogo tra la regina e Carlo d’Inghilterra, con la regina che invitava Charles a portare a spasso il suo cagnolino.

Il corpo senza vita ritrovato in una abitazione vicina all’ospedale è infatti quello di Jacintha Saldanha, la prima infermiera, che aveva risposto al telefono e chiamato poi la collega. La seconda infermiera, protagonista dello scherzo di cui non si conosce ancora l’identità, aveva quindi risposto informando la regina che Kate dormiva e aveva trascorso una notte tranquilla. «L’abbiamo reidratata perché era molto disidratata quando è arrivata, ma è in condizioni stabili in questo momento». Queste in realtà sono le uniche informazioni che sono state fornite, il resto è stato solo uno scherzo, che però in qualche modo macchia la gioia evocata dalla nuova maternità in seno alla famiglia reale. I portavoce reali hanno subito precisato che mai e in nessun modo si sono lamentati con l’ospedale. Il principe William e sua moglie hanno espresso la loro profonda tristezza per la notizia di questa morte. «Con grande tristezza dobbiamo confermare la tragica morte di Jacintha Saldanha, un membro del nostro personale infermieristico» ha dichiarato con un comunicato l’ospedale londinese intitolato al re Edoardo VII, confermando il fatto che Jacintha era stata si vittima della telefonata dei due presentatori della radio di Sidney 2Day FM, ma non era l’infermiera che aveva parlato per un paio di minuti con i falsi reali d’Inghilterra,  ma quella che aveva solo risposto al telefono e, caduta nell’inganno, aveva passato la telefonata alla collega in servizio nel reparto dove era ricoverata la moglie del principe William.  Chiarito questo, sia ospedale che polizia non hanno infatti ancora chiarito se si sia trattato di suicidio o meno. Che l’ospedale non entri nel merito non desta certo sorprese. Ma che Scotland Yard abbia definito la morte della ragazza come “inspiegabile”, significa che quello che hanno trovato sulla scena del ritrovamento del cadavere presenta molte anomalie. E questo lascia decisamente un alone di mistero sulla questione.

Rispondi