Pages Navigation Menu

Il giornalismo al servizio del pubblico interesse

La Siria verso Ginevra 2

bashar-al-assad

La coalizione dell’opposizione conferma la sua partecipazione ai negoziati mentre Bashar al-Assad ribadisce che non abbandonerà la guida del paese

«Se avessimo voluto arrenderci, lo avremmo fatto sin dall’inizio» ha dichiarato il presidente siriano nel corso di una riunione con una delegazione di parlamentari russi in visita a Damasco, aggiungendo: «Noi siamo i custodi del nostro paese. Solo il popolo siriano può decidere chi deve partecipare alle elezioni»

Dopo settimane di rinvii anche la Coalizione dell’opposizione siriana riunita ad Istanbul, spinta anche dalla forte pressione occidentale e araba, ha accettato di partecipare alla conferenza di pace di Ginevra II che si aprirà mercoledì prossimo a Montreux.

Il capo della Coalizione dell’opposizione, Ahmad Jarbe ha però ribadito che i negoziati hanno l’unico scopo di soddisfare le esigenze della rivoluzione e soprattutto “di rimuovere il macellaio”, un riferimento chiaro ed esplicito ad Assad, che dopo aver smentito le dichiarazioni rilasciate alla delegazione russa ha cambiato decisamente tono, parlando di una sua candidatura in caso di eventuali nuove elezioni.

Rispondi