Pages Navigation Menu

Il giornalismo al servizio del pubblico interesse

La Cina sbarca sulla Luna

cinaluna

Il 14 dicembre alle ore 14.14 il rover teleguidato e senza equipaggio chiamato “La Lepre di Giada” è allunato

Il lancio era stato annunciato a novembre e l’attesa performance è andata a buon fine: alle ore 14.14 del 14 dicembre la sonda spaziale cinese Chang’e-3 è infatti sbarcata sulla Luna.

Si tratta di un rover lunare, una sorta di piccolo fuoristrada a sei ruote il cui nome deriva dalla mitologia cinese: la “Lepre di Giada”. Dopo il successo delle due precedenti sonde lunari, la Chang’e 1 lanciata nell’ottobre 2007 e la Chang’e 2 lanciata ad ottobre 2010, entrambe hanno orbitato intorno al nostro satellite per realizzare osservazioni dettagliate della Luna, la Cina è quindi riuscita in un morbido e storico “atterraggio” sul suolo lunare.

La riuscita del progetto mira a consolidare lo status di grande potenza della Cina che ora punterà a diventare il primo paese asiatico a portare un uomo sulla Luna. Un obiettivo ora decisamente più vicino, dopo quelli degli Stati Uniti un allunaggio perfetto era riuscito solo al Luna 24 sovietico avvenuto nell’agosto del 1976.

La Lepre di Giada è teleguidata, dotata di pannelli solari che gli forniscono energia, invierà sulla Terra immagini tridimensionali del nostro satellite. Il veicolo ha una massa di 120 kg e si è posato come previsto nella Baia degli Arcobaleni, un’area che offre condizioni favorevoli sia in rapporto al Sole che nelle comunicazioni con la Terra.

Il rover lunare resterà operativo per almeno tre mesi, durante i quali potrà muoversi ad una velocità massima di 200 metri l’ora. Negli ultimi anni la Cina ha speso miliardi di dollari per l’esplorazione dello spazio ed ha compiuto grandi passi in avanti per costruire una stazione spaziale permanente, che probabilmente sarà preceduta da uno sbarco umano sulla Luna.

Rispondi