Pages Navigation Menu

Il giornalismo al servizio del pubblico interesse

Kerry in visita a Hiroshima

Oggi ad Hiroshima il Segretario di Stato USA John Kerry è apparso profondamente commosso nel corso della sua storica visita al memoriale della pace della città giapponese distrutta da una bomba atomica lanciata dagli Stati Uniti il 6 agosto del 1945.

Kerry non ha presentato scuse formali da parte del governo americano per aver sganciato la prima bomba atomica della storia. Davanti alla stampa internazionale ha invece ribadito l’impegno degli Stati Uniti per un mondo senza armi nucleari. Nella visita al memoriale erano presenti tutti i ministri degli esteri del G7, a fare gli onori di casa il giapponese Fumio Kishida.

Trapelano voci che, dopo la storica visita a Cuba, sarà proprio il presidente Barak Obama al vertice del G7 che si terrà a fine maggio in Giappone a compiere un altro gesto che resterà nella storia: le formali scuse dell’America al Giappone per la devastazione nucleare causata su Hiroshima e Nagasaki.

Rispondi