Pages Navigation Menu

Il giornalismo al servizio del pubblico interesse

Censis: italiani oltre la sopravvivenza

Le famiglie italiane costrette a vendere oro, gioielli, opere d’arte e mobili d’epoca, si preparano in casa pane, conserve e dolci e tornano a coltivare gli orti

Sono 2,5 milioni le famiglie che hanno venduto oro o altri oggetti preziosi negli ultimi due anni, 300.000 invece costrette a liberarsi di mobili e opere d’arte. E queste sono le famiglie più fortunate, quelle che hanno qualcosa di prezioso da vendere per mantenere in qualche modo il loro tenore di vita. Sono invece l’85% quelle che hanno eliminato sprechi ed eccessi nei consumi, il 73% va a caccia di offerte e alimenti poco costosi. Sono alcune delle difese strenue degli italiani di fronte alla persistenza della crisi rivelate dal Censis. Non ultima, la messa in circuito del patrimonio immobiliare posseduto, affittando alloggi non utilizzati o trasformando il proprio in un piccolo Bed&Breakfast. Infatti nelle grandi città, con oltre 250.000 abitanti, questo fenomeno riguarda il 2,5% delle famiglie. Sono invece 2,7 milioni gli italiani che coltivano ortaggi e verdura da consumare ogni giorno, 11 milioni si preparano regolarmente cibi in casa, come pane, conserve, gelati. Anche nei consumi si registra una discontinuità rispetto al passato. Il 62,8% degli italiani ha ridotto gli spostamenti in auto e scooter per risparmiare sulla benzina, nel periodo gennaio-settembre 2012 il mercato dell’auto registra il 25% di immatricolazioni in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, e c’è un boom delle biciclette: sono infatti più di 3,5 milioni le due ruote vendute in un biennio.

Rispondi