Pages Navigation Menu

Il giornalismo al servizio del pubblico interesse

Funerali solenni per Mikhail Kalashnikov

kalas

Oggi la Russia rende l’ultimo omaggio all’inventore del leggendario fucile d’assalto sovietico

Scomparso lunedì all’età di 94 anni il padre del fucile d’assalto sovietico K-47, più noto comunemente con il suo cognome, Mikhail Kalashnikov sarà sepolto con tutti gli onori nel memoriale militare di Mytishchi aperto di recente nei pressi di Mosca, concepito come un pantheon per gli uomini più illustri della storia della Russia.

La bara di uno dei russi più celebri di tutti i tempi, coperta dalla bandiera nazionale e circondata da mazzi di rose e garofani, affiancata da guardie d’onore è stata esposta in una enorme stanza del complesso aperto nello scorso mese di giugno, in attesa dei solenni funerali che vedranno la partecipazione del presidente presidente Vladimir Putin accompagnato dalle più alte cariche dello Stato, con scorta d’onore e orchestra al seguito come prevede il protocollo del Cremlino per i funerali di Stato.

Tre colpi del fucile d’assalto AK -47 saranno sparate in aria in onore di Kalashnikov sempre orgoglioso per aver progettato nel 1947 questa arma caratterizzata da una grande semplicità ed efficacia, prodotta secondo alcune stime in oltre 100 milioni di esemplari. Il famoso Kalashnikov è infatti utilizzato dalle forze armate di 80 paesi ma Mikhail non ha mai ricevuto proventi dalla vendita di milioni di armi che portano il suo nome.

Rispondi