Pages Navigation Menu

Il giornalismo al servizio del pubblico interesse

Cybersecurity

La squadra di sicurezza informatica del Dipartimento di Sicurezza Interna degli Stati Uniti (CERT) ha consigliato di disinstallare dai sistemi operativi Windows il software  per la riproduzione audio e video Apple Quick Time

Il CERT ha emesso un avviso di rischio verificando quanto aveva annunciato la Trend Micro in seguito alla decisione della casa di Cupertino di interrompere gli aggiornamenti per Windows. Il programma Apple conterrebbe due gravi vulnerabilità che potrebbero essere sfruttate dagli hacker.

Anche se non sono ancora stati registrati episodi di aggressione, la posizione del Dipartimento USA è preventiva e categorica: «Sfruttando la vulnerabilità di QuickTime per Windows gli aggressori potrebbero prendere il controllo a distanza dei sistemi, l’unico modo per ridurre il rischio è quello di disinstllare questo software». I rischi di Quick Time, che non riguardano i sistemi operativi Apple, sono considerati elevatissimi e l’avviso delle autorità statunitensi consiglia di provvedere rapidamente.

Nessun dubbio che si tratti di un grave colpo per l’immagine della Apple, e quasi impossibile non pensare male: forse non siamo di fronte ad una ritorsione per la posizione assunta dalla Apple rispetto al caso del decriptaggio dell’iPhone del terrorista, ma che l’atteggiamento di Washington verso Cupertino stia cambiando, con questo annuncio  sembra proprio un dato di fatto…

Rispondi