Pages Navigation Menu

Il giornalismo al servizio del pubblico interesse

Arriva la prima sentenza contro la NSA

Judge-Richard-J.-Leon

Un giudice federale di Washington impone una prima battuta d’arresto al programma di monitoraggio delle comunicazioni da parte del governo

La raccolta dei metadati del traffico telefonico senza previa autorizzazione della Giustizia costituisce una evidente violazione della privacy: Ovvio che un tale programma invade la sfera difesa dai valori del Quarto Emendamento della Costituzione degli Stati Uniti sulla tutela della privacy ha sentenziato il giudice Richard Leon in una preliminare e graffiante ingiunzione.

Una decisione importante per il suo carattere di novità, anche se il giudice ha deciso di rinviare la causa ad un giudice d’appello che dovrà decidere nel merito. La decisione motivata citando espressamente un emendamento della Costituzione segue di qualche giorno alla avvenuta consegna al presidente Barack Obama di una relazione elaborata da esperti che prevede più di 40 dettagliate raccomandazioni per cercare di migliorare il rispetto della privacy pur preservando i programmi di monitoraggio che rientrano nel quadro della lotta contro il terrorismo.

Rispondi