Pages Navigation Menu

Il giornalismo al servizio del pubblico interesse

Anche i giornalisti nel mirino di Israele

Uccisi nei raid anche tre giornalisti palestinesi ritenuti da Israele legati ad Hamas

Le incursioni da parte dell´esercito israeliano hanno ucciso anche tre giornalisti palestinesi durante il settimo giorno dell´offensiva “Pilastro di Difesa” condotta da Israele contro Hamas nella Striscia di Gaza.
Due giornalisti palestinesi sono stati oggetto di azioni mirate e sono rimasti uccisi durante l´incursione israeliana, si tratta di Mohammed al-Koumi e Hussam Salam, che lavoravano per Al-Aqsa TV, il principale media di Hamas. I due giornalisti sono stati colpiti mentre circolavano in auto. Israele ha ammesso di aver mirato ai giornalisti, sostenendo che avevano legami stretti con i militanti di Hamas. Anche il terzo giornalista è stato colpito da un missile mentre era in auto, si tratta di Muhammad Abu Eisha dipendente di una catena privata. L´offensiva aerea israeliana ha anche colpito per due volte il palazzo dove hanno sede a Gaza diverse testate, tra cui Agence France Presse, provocando gravi danni e ferendo leggermente almeno 6 giornalisti. Mentre alcuni testimoni segnalano l´esecuzione pubblica di sei collaboratori sospettati di tradimento in favore di Israele, i quali sarebbero stati uccisi per strada davanti alla gente da uomini mascherati.

Rispondi