Pages Navigation Menu

Il giornalismo al servizio del pubblico interesse

Batteri isolati da 2800 anni

Ricercatori scoprono una comunità di batteri che ha vissuto isolata sotto i ghiacci dell’Antartide per oltre 2800 anni

Dei ricercatori internazionali hanno scoperto una comunità di batteri che ha vissuto in pieno isolamento per migliaia di anni sopravvivendo in condizioni estreme nelle profondità dell’Antartide.  La loro ricerca è stata appena pubblicata sulla rivista della Proceedings of the National Academy of  Sciences of the United States of  America. I batteri sono stati scoperti nell’ Antartide orientale,  sotto il ghiaccio permanente del Lago di Vida,  composto da acqua salmastra e molto salata alla temperatura di -13 gradi, che ha isolato i batteri per almeno 2800 anni.  La prima domanda a cui hanno dovuto rispondere i ricercatori era sul come siano riusciti i batteri a sopravvivere così lontani da qualsiasi fonte di energia.
I ricercatori avevano infatti riscontrato che la prima acqua salmastra non mostrava presenza di ossigeno, era leggermente acida e conteneva alte percentuali di carbonio organico,  idrogeno e composti molecolari ossidati.  L’analisi geochimica ha poi suggerito che le reazioni chimiche tra acqua e sedimenti,  su cui si basa la generazione dell’ossido nitroso (o protossido di azoto N2O) e con l’idrogeno molecolare,  può fornire energia sufficiente allo sviluppo della vita microbica nell’acqua.  Tali risultati potrebbero far progredire notevolmente le conoscenze sulla ricerca di vita o di tracce di vita sul pianeta Marte.

Rispondi